(questo articolo è in lingua inglese ed è stato tradotto automaticamente. Articolo originale su LinkedIn)

La sindrome premestruale (PMS) è solitamente definita come un problema psicologico (disturbi dell’umore) con sintomi fisici, cognitivi e comportamentali. Molti autorevoli siti web, come la Mayo Clinic, la elencano come un disturbo noto, mentre in realtà la questione non è affatto chiara.

Le ragioni per cui la sindrome premestruale non può essere considerata un disturbo sono spiegate molto bene dalla Dott.ssa Robyn Stein DeLuca nel suo Ted Talk “The good news about PMS” – per favore guardatelo ora per poter seguire al meglio.

Al contrario, il Disturbo Disforico Premestruale (PMDD) è una questione molto meglio definita ed è riportata nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali.

Questo articolo, tuttavia, si occuperà solo di PMS, e cercherà di fare luce sulla fase premestruale, o meglio, la fase luteale del ciclo mestruale.

Condividerò alcune intuizioni derivate da un approccio rivoluzionario: lo studio comparativo della ciclicità.

Gli studi comparativi sui cicli sono un campo emergente e con il potenziale di cambiare il paradigma e il modo in cui intendiamo la realtà e la vita.

Essi mettono a confronto i cicli biologici (ad esempio respiro, orologio circadiano, digestione, cuore, stagione, onde cerebrali, stagioni, linfa vegetale, ecc.) così come i cicli nella cultura (archetipi, teoria del pensiero progettuale, linguistica, antropologia, economia, ecc.), e hanno due obiettivi principali: comprendere la matrice comune sottostante, o blueprint, e applicare questi risultati a diverse discipline.

Le applicazioni sono rilevanti, oltre che per gli individui, per medici e infermieri , psicologi, neuroscienziati, allenatori, economisti, sociologi, urbanisti e così via. Si tratta di un cambiamento di paradigma, e un articolo non è sufficiente a scompattare tutte le sue ramificazioni, quindi questa è solo una sbirciatina.

LA MATRICE UNICA DEI CICLI

Qualsiasi ciclo biologico ha una matrice comune di quattro fasi: due pause e due fasi dinamiche:

  1. un nadir (si pensi ai polmoni vuoti – che è come siamo nati – stomaco vuoto, notte, luna scura, linfa vegetale concentrata nelle radici, inverno, fase di guarigione delle onde cerebrali nel ciclo cerebrale di riposo dell’attenzione, ecc.)
  2. una fase dinamica estroversa (respiro, ingestione, mattina, mezzaluna, linfa vegetale che sale, primavera, onda cerebrale che sale, ecc.)
  3. uno zenit (polmoni e stomaco pieni, pomeriggio, luna piena, linfa vegetale concentrata in alto, estate, picco di attenzione, ecc.)
  4. una fase dinamica introversa (espirazione, trasformazione ed eliminazione delle scorie, sera, luna calante, linfa vegetale che scende alle radici, autunno, risposta allo stress del cervello, ecc.)

Anche il ciclo mestruale presenta la stessa matrice.

  1. Un nadir, dove sia gli estrogeni che il progesterone sono al minimo, dove c’è la morte apparente e il reset dell’utero (ora pensate a chi ha anche i polmoni vuoti, sì, i morti, che, tra l’altro, assomigliano molto alle persone vive quando dormono, cioè alla notte; la luna che c’è ma non si vede; la linfa che si nasconde sottoterra, la morte apparente della natura in inverno, ecc.)
  2. una fase estroversa, dove gli estrogeni (la linguistica dice tutto) risvegliano l’utero dormiente che inizia a far crescere il suo rivestimento interno verso l’esterno (dal suo punto di vista); stimola l’attenzione, il pensiero razionale (lineare) focalizzato sugli obiettivi, la cognizione (come le ore del mattino) e l’estroversione sociale; aumenta la soglia del dolore; la velocità; l’assorbimento più rapido degli zuccheri; ecc.
  3. uno zenit, quando gli estrogeni raggiungono il picco e l’uovo viene rilasciato, c’è un picco di testosterone, serotonina e dopamina, dando alle persone una spinta in più in assertività, fiducia, libido, ma anche capacità di ascolto profondo, empatia, coordinazione e visione positiva.
  4. una fase introversa, in cui il progesterone domina. Vedi sotto.
    Il progesterone ha diversi compiti e questo elenco non è esaustivo: ammorbidisce il rivestimento endometriale per consentire la nidificazione; rilassa i muscoli e i nervi; stimola l’emisfero destro; aumenta la temperatura e il metabolismo; aumenta la pressione sanguigna nell’utero; aumenta la qualità del sonno (sleep spindles), il bisogno di dormire, e la creatività disimpegnata dall’obiettivo, in altre parole, la creatività più pura e duttile.

LA FASE 4 DEVE ESSERE SENSIBILE PER NATURA

Quando siamo rilassati, quando rallentiamo, siamo più sensibili.
Ecco perché tratteniamo il respiro quando soffriamo: l’espirazione, che rilassa i muscoli, ci rende più sensibili al dolore. Quando eravamo bambini e perdevamo una sfida, se la punizione era un pugno sulla spalla, tutto quello che si poteva fare per limitare i sentimenti dolorosi era… contrarre i muscoli! La consapevolezza e le tecniche di meditazione ci insegnano che, sebbene sia l’intero ciclo (del respiro) che conta, è quando i polmoni sono vuoti che possiamo rilassarci completamente, creare spazio e accedere al corpo interiore e alla sua generosa saggezza.

La fase 4 fa anche il punto su ciò che è successo finora nel ciclo. Pensate all’autunno, la stagione del raccolto da prima dell’agricoltura: le piante stanno rilasciando semi e la terra li sta ricevendo (proprio come l’endometrio è ora pronto per la nidificazione), e i semi saranno buoni solo come lo erano le stagioni precedenti. Se l’inverno, la primavera e l’estate fossero meno che ok, i semi porteranno queste informazioni nel ciclo successivo. I tramonti sono carichi di malinconia, non di albe, che sono ispiratrici e stimolanti. È la sera che facciamo il bilancio della giornata, ci sentiamo assonnati e meno tolleranti, perché siamo maledettamente stanchi, non è vero?

Nella Design Thinking Theory, se la fase 3 è la manifestazione completa del prototipo (come l’ovulazione è al ciclo mestruale, ma anche i frutti estivi, i picchi di attenzione, ecc), la fase 4 si chiama “test” o “fase di feedback”. Si chiama “risposta allo stress” nel ciclo di attenzione del cervello. Ogni fase 4 è una prova di ciò che è venuto prima, una selezione, una dispersione di ciò che deve “morire” e ciò che deve essere portato avanti. Questo vale anche per la febbre, che si manifesta in tutta la sua ampiezza la sera (fase 4 dell’orologio circadiano).

Per liberare tutto il potenziale del discernimento, la natura ci rende più sensibili, rendendoci più rilassati, e prima di iniziare un altro ciclo, la natura vuole che “raccogliamo” le lezioni apprese.
Non ci aspettiamo che le persone mostrino le stesse capacità cognitive la sera, dopo un’intera giornata di vita e di lavoro. Tuttavia, ci aspettiamo che siano più rilassate e inclini alla condivisione intima rispetto alla mattina. Non è un caso che le fiabe (che portano lezioni di vita e verità archetipiche) siano state condivise la sera. Non ci aspettiamo che il cervello mantenga la sua massima attenzione all’infinito. Ora sappiamo che il sonno è l’ingrediente più importante per la rigenerazione e la salute. La fase 4 è una grande opportunità: l’opportunità di comprendere, di diventare più saggi. Ma dobbiamo rimuovere gli ostacoli per farla prosperare e donarci le sue proprietà. La fase premestruale è una grande opportunità per rallentare e fare spazio a tutte le cose che eravamo troppo impegnati a integrare, troppo concentrati per comprendere.

Ci aspettiamo però che le persone con un ciclo mestruale vivano una vita lineare per tutto il mese. Queste persone sono, infatti, cicliche e dovrebbero essere consapevoli della loro ciclicità per poter prosperare ed essere rispettate.

Dobbiamo rinegoziare lo spazio-tempo nelle nostre case, nelle città e negli affari.
Attenzione, tutti e tutto è ciclico; il ciclo mestruale è solo un’altra manifestazione superficiale della matrice sottostante, o, come lo chiamo io, il fiorente progetto di vita. Possiamo chiamarlo ritmo, se preferite.

Diventando più sensibili, rallentando e trattenendo lo spazio, possiamo accedere alla saggezza interiore e integrare tutti i pezzi sciolti che abbiamo raccolto, ma non elaborato, lungo il percorso.

Inoltre, potrebbero riemergere anche questioni irrisolte, e potrebbero essere rivelati gli ostacoli che ostacolano i nostri sforzi. Come una bassa marea, il progesterone permette loro di venire in superficie. Ad esempio, una dieta povera causerà più problemi durante la fase premestruale, e le relazioni tossiche causeranno più ansia e frustrazione.

Il ciclo è il meccanismo rivelatore, non la causa del malessere.

INTUIZIONE

C’è un aspetto importante che non ho affrontato: l’intuizione. L’intuizione, o conoscenza che non è mediata dal ragionamento, è un’abilità poco compresa, e molti direbbero addirittura che non esiste. Per fortuna le neuroscienze stanno facendo progressi in questo senso e ora sappiamo che l’intuizione non solo esiste, ma è in realtà una pietra angolare delle buone decisioni di business, dell’innovazione e della creatività.

L’intuizione non è mediata dal cervello, risiede forse nella mente, ma nella mente intuitiva, che a sua volta risiede in ogni cellula del nostro corpo. L’intuizione è nel corpo. Poiché il corpo prende il sopravvento durante la fase 4, attraverso l’aumento della sensibilità, possiamo supporre che questa sia la fase migliore per accedere all’intuizione. L’intuizione è la porta per comprendere, piuttosto che capire, come prendersi cura della nostra salute generale, ed è più accessibile durante la fase premestruale. Non dimenticate che il ciclo mestruale è il quinto segno vitale!

Per sviluppare un’intuizione più forte, un metodo che funziona bene sia per evidenza scientifica che aneddotica, è l’alfabetizzazione del corpo (BODY LITERACY). L’alfabetizzazione del corpo è il linguaggio e la conoscenza di cui abbiamo bisogno per decodificare i sintomi (buoni, cattivi, neutri) e trasformarli in intuizione e cura di sé. L’alfabetizzazione corporea richiede prima di tutto l’incarnazione, non i libri. Richiede di essere presenti senza giudizio nel corpo. Chi pratica la meditazione e la consapevolezza probabilmente saprà – intuitivamente – cosa intendo.

Le persone che sono separate dalla loro saggezza corporea e dal loro muscolo intuitivo potrebbero essere a più alto rischio di avere fasi premestruali problematiche: i messaggi che la loro saggezza corporea sta cercando di trasmettere non saranno compresi e probabilmente creeranno confusione, frustrazione e ansia inspiegabile.
Come ha detto eloquentemente la professoressa Jane M. Ussher nel secondo episodio del podcast di Clue “Hormonal”, la maggior parte dei suoi pazienti punta il dito contro la sindrome premestruale, quando, in realtà, ciò che dà sui nervi è un comportamento irresponsabile o ingiusto (ai loro occhi) di altre persone e membri della famiglia. La sindrome premestruale non ha quindi solo radici psicologiche e fisiologiche, ma anche spiegazioni culturali e di genere.

CONSIDERAZIONI FINALI

Per concludere, la fase premestruale è la fase rivelatrice di un ciclo. I problemi che alcuni di noi affrontano durante questa fase hanno una dignità, un messaggio e un linguaggio che possono essere appresi, decodificati e tradotti in cura intelligente e preventiva.

Gli studi comparativi dei cicli meritano attenzione e risorse, poiché questo nuovo campo di studio permette un incredibile knowledge transfer (molte delle mie clienti con fasi premestruali difficili trovano grande giovamento nel lavorare con me sulla fase 4 degli altri cicli, oltre che del mestruale), ed essere un cambiamento di paradigma, non solo per la salute delle donne.

Le sue ramificazioni sono di vasta portata e profondamente significative, anche per i modelli economici e la crisi ambientale.

La ciclicità è il modo in cui la natura, quindi l’uomo, crea valore, ordine e significato nell’entropia.
Se siete un po’ confusi, vi capisco! Gli studi comparativi sui cicli sono completamente nuovi per la nostra cultura, ma cambieranno il nostro modo di misurare e comprendere la realtà (sapevate che questo è esattamente il significato della parola mestruazione? La capacità di misurare la realtà? Ha!)

 

Bibliografia parziale:

Books:

Briden L., 2015, The period repair manual, Create Space Independent Publishing Platform

Ernout A., A. Meillet, 1932, Dictionnaire étymologique de la langue latine. Histoire des mots, Parigi, Klincksieck

Frank P., et al., 2011, Natürlich und sicher, Colonia, Malteser Arbeitsgruppe NFP

Harari, Y. N., 2014, Sapiens, Penguin

Hyman M. 2009, The Ultramind solution, New York, Scribner

Joosen V., 2008, Critical and Creative Perspectives on Fairy Tales, Wayne State University Press

Kahneman, D, 2011, Thinking, fast and slow, Penguin

Kippley J., S. Kippley, 2003, The art of natural family planning, Cincinnati, CCL

Gallo B., 2003, Neuroscienze e apprendimento, Napoli, Ellissi

Gimbutas M., 1989, The language of the goddess, New York, Thames and Hudson

Gottfried S. 2014, The hormone cure, New York, Scribner

McGilchrist I., 2009, The Master and his emissary, Yale University Press

Northrup C., 2010, Women’s body, women’s wisdom, New York, Bentam Books

Pinkola Estés C., 2007, Donne che corrono con i lupi, Milano, Frassinelli

Pope A., 2014, The wild genie, Bedfordshire, Authors OnLine

Restrepo J., 2005, La luna, el sol nocturno en los trópicos y su influencia en agricultura, Colombia, Brasile, Messico, Fundación Juquira Candirú

Rovelli, C, 2017, Reality is not what it seems, Penguin

Schiebler TH et al., 1999, Anatomie, Berlino, Springer

Soojung-Kim Pang, A., 2015, REST Why You Get More Done When You Work Less, Basic Books

Weschler, T, 2015, Taking charge of your fertility 20th Anniversary Edition, New York, Harper Collins

Walker, M, 2018, Why we sleep, Penguin

Scientific papers:

Hampson E., 1990, Psychoneuroendocrinology, Estrogen-related variations in human spatial and articulatory-motor skills, Vol. 15 , No. 2 , 97 – 111

Miller G. et al. 2007, Evolution and Human Behavior, Ovulatory cycle effects on tip earnings by lap dancers: economic evidence for human estrus?, Vol. 28 , No. 6 , 375 – 381

Monteleone P, Beinat L, Tanzillo C, Maj M, Kemali D, Effects of Phosphatidylserine on the Neuroendocrine Response to Physical Stress in Humans. Neuroendocrinology 1990;52:243-248

Skovlund CW, Mørch LS, Kessing LV, Lidegaard Ø., 2016, JAMA Psychiatry. Association of Hormonal Contraception With Depression, Vol. 73, No. 11, 1154-1162

Prior JC, 2014, Journal of Restorative Medicine, Progesterone Within Ovulatory Menstrual Cycles Needed for Cardiovascular Protection: An Evidence-Based Hypothesis, Vol. 3, 85-103, accessibile anche online http://www.cemcor.ubc.ca/sites/default/files/uploads/Prior%202014%20Progesterone…%20needed…%20CV%20protection…%20J%20Restor%20Med.pdf, ultimo accesso 17/12/2017

Tamres, L. K., Janicki, D., & Helgeson, V. S. (2002). Sex differences in coping behavior: A meta-analytic review and an examination of relative coping. Journal of Personality and Social Psychology Review, 6, 2-30. http://journals.sagepub.com/doi/abs/10.1207/S15327957PSPR0601_1 (ultimo accesso 26/03/2017)

Reay JL, Scholey AB et al, Panax ginseng (G115) improves aspects of working memory performance and subjective ratings of calmness in health young adults. Human Pharmacology 25 (6) (2010): 462-71

Li D. Et al., 2013, Epidemiologic Reviews, Negative Spinal Bone Mineral Density Changes and Subclinical Ovulatory Disturbances—Prospective Data in Healthy Premenopausal Women With Regular Menstrual Cycles, Vol. 36, No. 1, 137 – 147, Oxford University Press

Zenab A. et al, 2005, Behavioral and Cognitive Neuroscience Reviews, Effect of Estrogen-Serotonin Interactions on Mood and Cognition, Vol 4, Issue 1, pp. 43 – 58

Other sources:

https://www.menstrual-matters.com/blog/pms, ultimo accesso 10/10/2018

American College of Obstetricians and Gynaecologists, 2015, Menstruation in Girls and Adolescents: Using the Menstrual Cycle as a Vital Sign, ACOG, http://www.acog.org/Resources-And-Publications/Committee-Opinions/Committee-on-Adolescent-Health-Care/Menstruation-in-Girls-and-Adolescents-Using-the-Menstrual-Cycle-as-a-Vital-Sign, ultimo accesso 17/12/2016

DeNoon D., 2008, Pill Users Choose ‘Wrong’ Sex Partners, WEBMED, http://www.webmd.com/sex-relationships/news/20080812/bad-sex-pill, ultimo accesso 17/12/2016

https://www.blueletterbible.org/lang/lexicon/lexicon.cfm?t=kjv&strongs=g3933 , ultimo accesso 5/2/2017

http://www.etimo.it/?term=vergine ultimo accesso 5/2/2017

https://unaparolaalgiorno.it/significato/E/estro ultimo accesso 5/2/2017

http://www.dizionario-latino.com/dizionario-latino-italiano.php?lemma=GERO100 ultimo accesso 5/2/2017

http://www.etimo.it/?term=estro ultimo accesso 5/2/2017

http://www.drnorthrup.com/wisdom-of-menstrual-cycle/ , ultimo accesso 5/2/2017

Kwon D., 2014, Scientific American, Estrogen’s Role in Impulsive Behavior https://blogs.scientificamerican.com/mind-guest-blog/estrogen-s-role-in-impulsive-behavior/ ultimo accesso 24/5/2017

Yale University. “Estrogen Deprivation Leads To Death Of Dopamine Cells In The Brain.” ScienceDaily. ScienceDaily, 5 December 2000, www.sciencedaily.com/releases/2000/12/001204072446.htm, ultimo accesso 2/5/2017