App contraccettive – epic fail

Le app per monitorare i giorni fertili stanno avendo un boom, con milioni di donne che oramai le usano per prevenire gravidanze indesiderate.

Vado subito al sodo perché  devo andare a fare la spesa. Ecco i problemi principali che si pongono:

  • La stragrande maggioranza delle app che si propongono come metodi contraccettivi, compresa Natural Cycles, non sono metodi sintotermici, ma metodi del calendario. Ne consegue che pretendono di predire l’ovulazione, cosa che è scientificamente impossibile senza interventi invasivi o l’uso di dispendiosi kit per la rilevazione dell’ormone LH. In parole povere, il sintotermico ti educa a riconoscere se oggi, giorno per giorno, sei fertile oppure no; Natural Cycles &co. non ti insegnano nulla, tutto è appaltato ad un algoritmo e all’improbabile deduzione che, siccome a Natale scorso ha nevicato, anche quest’anno nevicherà. Bottom line: il sintotermico ha un’indice di efficacia del 97,7%, Natural Cycles del 93%. 
  • Appaltando il tutto ad un algoritmo, si lasciano le donne nell’ignoranza più totale rispetto al loro corpo e alla propria salute riproduttiva. Il sintotermico, ad esempio, può aiutarti a identificare squilibri ormonali e la loro evoluzione. Molto utile per chi non riesce a rimanere incinta, per chi soffre di dolori importanti, perdite, mestruazioni abbondanti, sbalzi umorali violenti, ecc. Voi preferireste imparare a leggere e scrivere, o pensate sia meglio avere una macchina che legge ad alta voce per voi, e scrive per voi, senza che voi abbiate la più vaga idea del significato nascosto in quei simboli tracciati dall’apparato meccanico?

joao-tzanno-622687-unsplash free

  • La protezione dei dati! La settimana scorsa ero ad un congresso sul tema a Colonia, e in 200 abbiamo assistito inorriditi ad una dimostrazione di “ghosting”, ovvero, in meno di 20 minuti, partendo da un commento anonimo lasciato da una donna sul forum di una di queste app (dove descriveva nel dettaglio i suoi comportamenti sessuali, la sua pianificazione famigliare, i suoi disturbi e patologie del ciclo mestruale) siamo risaliti al suo lavoro, città, data di nascita e profilo FB. Diabolico. Il tutto senza infrangere la legge, si intende. Su Ebay questi database sono venduti e comprati da agenzie interinali e ditte di reclutamento, e ditte farmaceutiche. Voilà l’horreur.
  • La luce blu dei dispositivi elettronici sopprime la produzione di melatonina e aumenta quella di cortisolo, aggravando o causando insonnia, irritabilità, rughe e giramenti di palle vari. Se già passate otto ore al PC, più qualche ora tra telefonino e televisore, date retta a me, passate a carta e penna che ci guadagnate.
  • Alla fine della corsa, costano di più del sintotermico – Natural Cycles costa circa 120 l’anno, ogni anno. Il sintotermico costa tra i 150 e i 250 euro in tutto, poi sei autonoma, libera e indipendente.

 

Le app sono il futuro, non c’è dubbio. Ma oggi sono ancora troppo inaffidabili. La Stiftung Warentest, autorevolissima associazione dei consumatori tedeschi, ha analizzato 23 app a novembre 2017 e i risultati sono scadenti: solo due app si sono rivelate sufficientemente efficaci (Lady Cycle e MyNFP per la precisione). Tutte le altre hanno cannato l’esame e di un bel po’ – incluso Clue o Flo, che non si propongono come app contraccettive ma poi di fatto ti comunicano quando, secondo loro, sei fertile, inducendo così in errore migliaia o milioni di superficialotte sbadatelle.

Per la verità, le app saranno SEMPRE inaffidabili a meno che le donne e i loro partner non abbiano una solida conoscenza della fisiologia dell’apparato riproduttivo.

Conoscenza richiede studio, attenzione, ascolto e assunzione di responsabilità. Tutte caratteristiche molto femminili, dopo tutto. Si può fare! Che ne pensi?

 

Se vuoi approfondire il tema tecnologico, e i suoi potenziali effetti nocivi sul dolore e sull’umore puoi leggere luci e ombre delle app.

Per approfondire il tema della consapevolezza del corpo, dai un’occhiata a che cosa sta dietro al dolore mestruale,  che cosa ti comunica il tuo fluido cervicale e la temperatura basale.

Image by Rawpixel on Unsplash


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s